Il REGO­LA­MENTO (UE) N. 651 del 2014 DELLA COM­MIS­SIONE del 17 Giugno 2014, nell’individuare alcune cat­e­gorie di aiuti com­pat­i­bili con il mer­cato interno, ha seg­nalato come non siano com­pat­i­bili con le norme europee aiuti con­cessi alle imp­rese per real­iz­zare le attiv­ità for­ma­tive pre­scritte come obbli­ga­to­rie dalla nor­ma­tive nazionale in mate­ria di formazione.

Le ricadute di questo nuovo Rego­la­mento andranno a colpire l’ampia platea di aziende iscritte ai Fondi Pro­fes­sion­ali che, in questi ultimi anni, hanno sem­pre di più sfrut­tato l’opportunità cos­ti­tuita dai mec­ca­n­ismi del Conto Sis­tema, parte­ci­pando agli avvisi ema­nati dagli stessi Fondi ed aderendo, spesso, a piani for­ma­tivi iner­enti la for­mazione obbli­ga­to­ria in mate­ria di salute e sicurezza sul lavoro.

Rimane da chiarire se, questa indi­cazione così netta, riguardi anche la pre­sen­tazione dei piani tramite i sin­goli conti for­mazione aziendali.

Vai all’inizio della pag­ina