La norma UNI 10891 definisce i req­ui­siti min­imi per cias­cuno dei servizi ero­gati da Isti­tuti di Vig­i­lanza Pri­vata, indipen­den­te­mente dalla loro natura giuridica. Il Decreto 1 Dicem­bre 2010 n. 269 del Min­is­tero dell’Interno, ha sta­bil­ito l’obbligo per gli Isti­tuti di Vig­i­lanza, a par­tire dal 16 set­tem­bre 2012, di acquisire la cer­ti­fi­cazione di con­for­mità alla norma UNI 10891. La cer­ti­fi­cazione di Servizio di Vig­i­lanza Pri­vata sec­ondo la Norma UNI 10891 attesta il rag­giung­i­mento ed il man­ten­i­mento dei liv­elli di qual­ità del servizio nelle diverse tipolo­gie di vig­i­lanza pri­vata (vig­i­lanza ispet­tiva; vig­i­lanza fissa; vig­i­lanza anti­rap­ina; vig­i­lanza anti­tac­cheg­gio; vig­i­lanza di tele­sorveg­lianza; ecc.)

I req­ui­siti gen­er­ali con­tenuti nella norma speci­f­i­cano, per ogni tipolo­gia di servizio, le modal­ità di ese­cuzione, le dotazioni tec­niche nec­es­sarie e le modal­ità di con­trollo da parte del cliente e da parte dell’Istituto. Sono con­siderati anche i req­ui­siti che riguardano la strut­tura orga­niz­za­tiva dell’impresa e le modal­ità di ges­tione del rap­porto con il cliente e la ges­tione delle risorse umane.

Con questa cer­ti­fi­cazione si gen­er­ano van­taggi per l’impresa, che può dimostrare agevol­mente il rispetto di req­ui­siti obbli­ga­tori, è in grado, con la pro­pria strut­tura orga­niz­za­tiva di adem­piere ai req­ui­siti di legge e può mirare ad aggiu­di­carsi gare di appalto nazion­ali ed inter­nazion­ali, sfrut­tando le oppor­tu­nità del mer­cato europeo e non solo; e ci sono van­taggi anche per i cli­enti, che pos­sono affi­darsi con mag­giore fidu­cia al servizio dell’impresa di vig­i­lanza potendo con­tare su una ver­i­fica di terza parte che dà mag­giori garanzie tra impegno dell’azienda e la sua operatività.

Vai all’inizio della pag­ina