La diag­nosi ener­get­ica, o val­u­tazione ener­get­ica, com­prende una det­tagli­ata anal­isi della prestazione ener­get­ica di un’organizzazione e/​o di un processo.

E» basata su un’appropriata mis­urazione e ril­e­vazione della prestazione ener­get­ica del sis­tema azienda. In ter­mini gen­er­ali, gli out­put di una diag­nosi ener­get­ica includono:

1. anal­isi dei dati di con­sumo attuali,

2. anal­isi del fab­bisogno com­p­lessivo di ener­gia alla luce delle attiv­ità e dei pro­cessi aziendali,

3. val­u­tazione dell’adeguatezza dei con­sumi riscon­trati a fronte del fab­bisogno determinato,

4. Rac­co­man­dazioni per il miglio­ra­mento della prestazione energetica.

E» molto impor­tante porre l’accento sulla neces­sità che le rac­co­man­dazioni per il miglio­ra­mento siano oppor­tu­na­mente cal­i­brate su quelli che sono le linee di ind­i­rizzo che la direzione azien­dale ha deciso di adottare. Gli ambiti di poten­ziale inter­vento dif­feriscono a sec­onda se l’azienda decida di:

  • impostare un sis­tema di mon­i­tor­ag­gio e ril­e­vazione dei con­sumi che, attra­verso la definizione di indi­ca­tori di prestazione speci­fici di sito, cos­ti­tu­isca la base per suc­ces­sivi appro­fondi­menti su pro­cessi e servizi crit­ici o per sim­u­lazioni per nuove con­fig­u­razioni produttive,
  • portare avanti una polit­ica di riduzione dei con­sumi che dia la pri­or­ità ad ipotesi di inter­vento di natura ges­tionale che con­sentono sig­ni­fica­tivi risparmi nei costi ener­getici a fronte di inves­ti­menti limitati,
  • Inter­venire con mod­i­fiche ai pro­cessi di lavo­razione con real­iz­zazione di sis­temi di recu­pero del calore o imple­men­tazione di sis­temi di cogenerazione.

Una diag­nosi ener­get­ica effi­cace è quella che è in grado di prospettare gli inter­venti appro­priati dal punto di vista tec­nico, indi­vid­uando, al con­tempo, le con­dizioni per la fat­tibil­ità economica.

A tale scopo, la nor­ma­tiva ital­iana ha da tempo ritagliato un ruolo ad hoc per le E.S.CO. (Energy Ser­vice Com­pany) tramite le quali le aziende pos­sono ridurre anche sig­ni­fica­ti­va­mente, attra­verso l’accesso a diversi stru­menti finanziari (Titoli di Effi­cienza Ener­get­ica, Finanzi­a­mento Tramite Terzi, ecc.) l’impegno finanziario loro richiesto per la real­iz­zazione degli inter­venti di effi­cien­ta­mente energetico.

La Tema Con­sult­ing si avvale della col­lab­o­razione, in qual­ità di E.S.CO., di alcune soci­età con radica­mento nazionale e inter­nazionale, per assi­cu­rare il sup­porto ai pro­pri cli­enti nel portare avanti gli inter­venti di effi­cien­ta­mento ener­getico selezionati.

Per un’azienda che abbia inten­zione di avviare un serio processo di miglio­ra­mento della pro­pria effi­cienza ener­get­ica, la costruzione di un Sis­tema di Ges­tione per l’Energia può cos­ti­tuire uno stru­mento col­laudato e affid­abile per:

- for­mu­lare una Polit­ica per l’energia che impegni e ind­i­rizzi tutta l’organizzazione,

- svilup­pare un sis­tema di con­trollo e mon­i­tor­ag­gio dei sis­temi uti­liz­za­tori dell’energia (ter­mica e/​o elet­trica) e dei con­sumi più sig­ni­fica­tivi ad essi connessi,

- fis­sare obi­et­tivi di miglio­ra­mento in linea con le strate­gie azien­dali, sulla base di un’adeguata base stor­ica di dati sui con­sumi ener­getici con­nessi agli attuali apparec­chi utilizzatori.

Per un effet­tivo con­teni­mento dei costi ener­getici un’azienda deve ricostru­ire in modo pun­tuale il mod­ello ener­getico (ter­mico e/​o elet­trico) di stabilimento.

Si tratta, in sostanza, di indi­vid­uare i per­corsi dell’energia dai punti di con­segna o di gen­er­azione agli uti­lizzi finali e ver­i­fi­care la pre­senza di inef­fi­cienze che pos­sano essere oggetto di inter­venti miglio­ra­tivi. L’audit ener­getico è lo stru­mento appro­pri­ato per attuare un approc­cio for­mal­iz­zato e doc­u­men­tato alla costruzione del mod­ello ener­getico azien­dale sulla base del quale indi­vid­uare gli inter­venti di razion­al­iz­zazione e di ottimiz­zazione fun­zion­ali ad un con­teni­mento dei costi energetici.

In più, da questa anal­isi pre­lim­inare, l’azienda può ricavare utili indi­cazioni su quale aspetto dei pro­pri con­sumi ener­getici inter­venire per con­seguire i risparmi attesi. Dagli inter­venti sull’illuminazione, così come ai prog­etti final­iz­zati al recu­pero del calore residuo di pro­cessi di lavo­razione, sono molte le oppor­tu­nità che le aziende hanno per ridurre i pro­pri costi energetici.

Vai all’inizio della pag­ina