Per un effet­tivo con­teni­mento dei costi ener­getici un’azienda deve ricostru­ire in modo pun­tuale il mod­ello ener­getico (ter­mico e/​o elet­trico) di stabilimento.

Si tratta, in sostanza, di indi­vid­uare i per­corsi dell’energia dai punti di con­segna o di gen­er­azione agli uti­lizzi finali e ver­i­fi­care la pre­senza di inef­fi­cienze che pos­sano essere oggetto di inter­venti miglio­ra­tivi. L’audit ener­getico è lo stru­mento appro­pri­ato per attuare un approc­cio for­mal­iz­zato e doc­u­men­tato alla costruzione del mod­ello ener­getico azien­dale sulla base del quale indi­vid­uare gli inter­venti di razion­al­iz­zazione e di ottimiz­zazione fun­zion­ali ad un con­teni­mento dei costi energetici.

In più, da questa anal­isi pre­lim­inare, l’azienda può ricavare utili indi­cazioni su quale aspetto dei pro­pri con­sumi ener­getici inter­venire per con­seguire i risparmi attesi. Dagli inter­venti sull’illuminazione, così come ai prog­etti final­iz­zati al recu­pero del calore residuo di pro­cessi di lavo­razione, sono molte le oppor­tu­nità che le aziende hanno per ridurre i pro­pri costi energetici.

Vai all’inizio della pag­ina